Informazioni e consigli sugli irrigatori

Con il termine irrigatore, indichiamo lo strumento che consente di distribuire l’acqua per irrigare e più precisamente per realizzare un’irrigazione a pioggia in quanto l’irrigatore spruzza l’acqua facendola cadere dall’alto sulla superfice da bagnare, riproducendo quello che succede quando piove.

Per l’irrigazione dei giardini e dei tappeti erbosi si utilizzano irrigatori interrati con movimento a scomparsa, questo movimento permette all’irrigatore di uscire dal terreno solo quando l’irrigazione è attiva, la pressione dell’acqua solleva la torretta porta-ugello con un movimento pop-up e gli consente di lavorare correttamente, al termine dell’irrigazione, quando la pressione viene a mancare, la torretta scende perché viene richiamata nel corpo dell’irrigatore da una molla in acciaio inox.

Come installare un irrigatore interrato

Come abbiamo detto gli irrigatori utilizzati per i prati e i giardini si installano interrati in modo da poter tagliare il prato senza ostacoli e senza danneggiare l’irrigatore.
irrigatore interrato
é importane installare correttamente il nostro irrigatore in modo che non si danneggi.

Livello di installazione

Il livello dell’installazione deve essere il più possibile a filo terra, se l’irrigatore è troppo alto e sporge dal terreno, rischiate di romperlo quando rasate il prato e inevitabilmente prima o poi vi troverete l’irrigatore danneggiato con tutte le spiacevoli conseguenze che ne derivano.

livelo installazione

Allo stesso modo se l’irrigatore è affossato, cioè è troppo basso rispetto al livello del terreno, l’irrigatore lavora male e la guarnizione del pistone di sollevamento in breve tempo si danneggia e l’irrigatore comincia a perdere. Inoltre attorno all’irrigatore si forma una fossetta dove ristagna l’acqua.
Per il collegamento con la tubazione è consigliabile utilizzare una prolunga a segmenti o un giunto snodato.
livello di installazione

Requisiti per un buon irrigatore

Uno dei requisiti importanti per un buon irrigatore è l’uniformità di distribuzione dell’acqua, l’irrigatore deve cercare il più possibile di distribuire la stessa quantità di acqua su tutta la superfice che copre in modo da non avere parti poco bagnate e altre troppo bagnate.

Come potete immaginare l’affidabilità e la robustezza è un requisito importante per un buon irrigatore, questo soprattutto per gli irrigatori dinamici che hanno un sofisticato meccanismo che gli consente la rotazione e la regolazione. Per gli irrigatori a scomparsa molto importante è anche la qualità della guarnizione dove scorre il pistone dell’irrigatore.

sezione pro-spray

Irrigatori statici

irrigatori statici in funzione
Irrigatori statici

L’irrigatore statico ha un raggio di lavoro che va da 2 a 5 metri in base alla testina che viene montata, si chiama statico perché il suo getto dell’acqua è fisso a ventaglio, e per differenziarlo dall’irrigatore dinamico che invece ruota.

Questo tipo di irrigatore è adatto per giardini di piccole e medie dimensioni, realizza un’irrigazione a pioggia bellissima, uniforme e delicata, di facile installazione e regolazione, distribuisce l’acqua in modo uniforme e continua.  Il corpo dell’irrigatore può montare diversi tipi di testine sia ad arco fisso che ad arco regolabile.

hunter pro-spray
Irrigatore Hunter Pro-spray

Irrigatori dinamici

Gli irrigatori dinamici o irrigatori a turbina sono ideali per l’irrigazione di aree medio grandi. La caratteristica di questo irrigatore è di irrigare la superficie di competenza per mezzo di un getto rotante, sono completamente regolabili garantendo la massima flessibilità di progettazione ed installazione e garantiscono grazie ad un sofisticato movimento a turbina una ottima uniformità di precipitazione.

dinamico Rain Bird

Irrigatori per impianti sportivi

Questa tipologia d’irrigatori sono ideali per gli stadi, i complessi sportivi o i campi in erba naturale o sintetica. Sono stati progettati pensando alla sicurezza dei giocatori e studiati per facilitare la manutenzione irrigua, idonei anche per ridurre la temperatura nei campi in erba sintetica.
irrigatori-golf

Irrigatori a impatto

Gli irrigatori a impatto, detti anche irrigatori a battente o a martelletto perché il getto d’acqua viene rotto da un martelletto, che permette di ridistribuirla in maniera più uniforme anche a lunghe distanze ed in superfici di una certa ampiezza. La rotazione, che può essere impostata a piacere, permette una distribuzione dell’acqua da 0° a 360° gradi. Questo tipo di irrigatori sono particolarmente utilizzati per i grandi giardini, ma anche per campi coltivati ed aree verdi pubbliche.