Tubi e Raccordi

Tubi e raccordi per impianti di irrigazione

In questa pagina vogliamo darvi delle informazioni utili riguardanti i tubi e i raccordi da utilizzare per la distribuzione dell’acqua, questo vi potrà aiutare nella scelta die materiali e come utilizzarli correttamente.

Tubi in Polietilene

I tubi in Polietilene vengono comunemente utilizzati per la realizzazione delle linee di alimentazione e di distribuzione dell’acqua negli impianti di irrigazione. Sono largamente utilizzatti in molti settori civili e industriali, per il convogliamento di fluidi di ogni genere, come l’acqua potabile negli acquedotti, nei gasdotti per la distribuzione del gas metano, nel trasporto di liquidi tossici e corrosivi.
Il Polietilene è un materiale molto resistente alla corrosione, può essere interrato e rimane inalterato nel tempo, la sua durata è quasi illimitata. Le tubazioni in polietilene sono di due tipi, BD (Bassa Densità) e AD (Alta Densità). Il tubo in BD (Bassa Densità) risulta più morbido e malleabile e si lavora più facilmente, è disponibile norlmalmente nella versione PN4 (pressione nominale 4 bar) e PN6 (pressione nominale 6 bar), viene utilizzato principalmente nel settore irrigazione.
Il tubo in AD (Alta Densità) invece è più rigido e duro da lavorare e ha una maggiore resistenza alla sollecitazione meccanica, di conseguenza la sua resistenza e durata è maggiore, viene prodotto a partire dal PN10 (pressione nominale 10 bar) fino al PN25.

Quale tubo scegliere

La scelta de tubo deve essere fatta valutando due aspetti, la sezione e le caratteristiche del materiale.
Il diametro deve avere una sezione idonea alla portata d’acqua che dobbiamo utilizzare, maggiore è la portata d’acqua che deve passare e di conseguenza maggiore dovrà essere la sezione del tubo.

Per aiutarvi utilizzate il form sottostante e inserite la vostra portata per sapere quale diametro di tubo utilizzare.

Il tubo deve avere le caratteristiche fisiche e meccaniche adatte all’uso e alla situazione nella quale viene impiegato. Nella scelta non dovete solo fare riferimento al valore della pressione nominale che sopporta il tubo internamente, bisogna tener conto anche delle sollecitazioni meccaniche esterne alle quali deve resistere, come la presenza di pietre nel terreno o il passaggio di veicoli.

Per i piccoli giardini residenziali, vi consigliamo di utilizzare il tubo in Bassa Densità, meno rigido e più facile da utilizzare.

marchio IIP-UNI

Il marchio IIP (istituto italiano polimeri) impresso sul tubo, certifica che il prodotto è conforme alle caratteristiche e alla qualità richiesta, la presenza del marchio vi garantisce la qualità del prodotto.

tubo in polietilene
Rotolo di tubo in polietilene per irrigazione

 

Raccordi in plastica

La raccorderia in materiale plastico come il Poli Propilene, ha dato la possibilità di disporre di una grande varietà di raccordi filettati, valvole, prese a staffa e raccordi a compressione, utilissimi nell’irrigazione e con prezzi molto contenuti.

infilare il raccordo sul tubo
come collegare il raccordo a compressione col tubo in polietilene

I vantaggi della raccorderia in materiale plastico rispetto ai raccordi metallici è evidente.

  • Inalterabile e duratura anche nella terra
  • Molto leggera
  • Un costo ridotto

Raccordi a compressione

I raccordi a compressione permettono di collegare i tubi in polietilene. Sono generalmente realizzati in materiale plastico (Polipropilene) ma ne esistono anche in metallo. Si compongono di alcuni elementi fondamentali.

raccordo per tubo in polietilene
Raccordo per tubi in polietilene SAB serie Perla
  • Corpo del raccordo
  • Ghiera di serraggio
  • Pinza di serraggio
  • Bussola
  • O-Rin di tenuta
raccordo a compressione
Le parti che compongono il raccordo a compressione.

Il montaggio del raccordo non è difficile ma deve essere eseguito con una certa attenzione per evitare problemi. Assicuratevi che il tubo sia tagliato perpendicolarmente, non abbia sbavature e non sia ovalizzato. Allentate la ghiera del raccordo a compressione e infilate il tubo fino in fondo. Il tubo deve superare l’O-Ring e arrivare a battuta. Stringete la ghiera di serraggio.
I nostri raccordi a compressione sono PN16, significa che sono adatti a pressioni fino a 16 atm.

Presa a staffa 25×3/4″

presa a staffa
Presa di derivazione a staffa.

Euro 1,48
Prosegui

Raccordo Maschio 32×1″

raccordo a compressione maschio
Raccordo a compressione maschio 32×1″

Euro 1,43
Prosegui

Raccordo Gomito 25×3/4″

gomito 25x3/4
Raccordo a compressione 25×3/4″

Euro 1,35
Prosegui

La presa a staffa

presa a staffa
Presa di derivazione a staffa.

Per realizzare le derivazioni dalla tubazione principale la presa a staffa è utilissima e pratica. Si monta direttamente sul tubo e si fissa stringendo le viti che uniscono le due metà, una volta fissata si fora il tubo e si collega il raccordo per la derivazione.

presa a staffa
componenti della presa a staffa

 

 

Listino tubi e raccordi

Scarica il listino completo riguardante i tubi e i raccordi.

scarica il pdf
Scarica il documento in PDF